Maria Montessori nella sua favola delle parti del discorso, utilizza un sole rosso non solo per rappresentare graficamente il verbo, ma anche per dare l’idea dell’energia, del movimento o dello stato che esprime dando vita alla frase.

Il verbo, è la parola d’eccellenza della frase, il centro propulsore intorno a cui si costruisce tutta la stella dei complementi.

Contrariamente al predicato verbale, il predicato nominale risulta più difficile da individuare con sicurezza, copula, ausiliare o senso proprio?

Comporre e scomporre il predicato nominale nelle sue parti fondamentali diventa un modo per riflettere sulla funzione del verbo attraverso il riconoscimento delle parti grammaticali che lo compongono: copula, nome o aggettivo .

Molti i giochi e gli esercizi da fare, ma un’attività concreta può facilitare anche la visualizzazione delle componenti del predicato portando i bambini, attraverso la via sperimentale, ad una maggiore consapevolezza logica e grammaticale.

Il materiale si compone di tre carte con la presentazione del predicato nominale e una serie di cartellini che rappresentano il soggetto e il predicato nominale suddiviso in parte verbale e nominale.

L’attività presuppone la lettura delle frasi, la ricerca dei cartellini, la riflessione sulla loro funzione e la sistemazione dei cartellini nel rispetto della funzione.

I