…quando l’Italia scelse la Repubblica

«Noi giovani maestri inesperti, nel passaggio dalla dittatura alla libertà e dalla guerra alla pace, cercammo insieme di realizzare la democrazia a scuola e attraverso la scuola».

Mario Lodi, Nel paese sbagliato, Einaudi

Era il 2 giugno e c’erano le donne, tante, a votare.

Era il 2 giugno e c’era la ferma volontà di creare un futuro diverso.

C’era voglia di cambiare e di dimenticare; il ventennio fascista, la guerra, le mosse politiche e diplomatiche…

Un anelito di libertà e di progresso aleggiavano nell’aria dal Nord al Sud.

Tante le spaccature, profonde quelle sulla questione istituzionale del nostro Paese.

Era il 2 giugno e, alle urne, si sceglieva tra Repubblica e Monarchia e si eleggevano i deputati dell’Assemblea Costituente cui sarebbe spettato il compito di redigere la nuova carta costituzionale.

L’affluenza al voto fu altissima.

Il passaggio dalla monarchia alla Repubblica non avvenne in modo idilliaco; c’era tensione e c’erano polemiche e accuse di brogli e irregolarità.

Ci furono ricorsi e reclami.

Esaurita la valutazione dei ricorsi, il 18 giugno 1946 la Corte di Cassazione proclamò ufficialmente la nascita della Repubblica Italiana.

L’Italia cessava di essere una monarchia e diventava una Repubblica

Attività in classe

Far rivivere la storia del grande passaggio tra Monarchia e Repubblica che ha caratterizzato la recente storia del nostro Paese, raccontare e cercare foto e immagini per riflettere e discutere insieme; per parlare di diversità e democrazia.

Perché sì, la democrazia si impara a scuola, ma non sui libri.

La democrazia cresce e si sviluppa mano a mano che si vive e si sperimenta; mano a mano che si impara ad ascoltare, a riflettere e a osservare; cresce e si sviluppa mano a mano che, insieme- scuola, famiglia e società- ci facciamo comunità educante .

Materiale di supporto

Parlare della Repubblica Italiana anche attraverso la storia che ha portato alla nascita dei suoi simboli patri -l’emblema, la bandiera e l’inno- alla scoperta di simbologie e di valori.

In particolare si può ripercorrere brevemente la storia del passaggio istituzionale attraverso la presentazione della nomenclatura dell’emblema della Repubblica Italiana, guidando i bambini verso quella ricostruzione storica che diventa anche ricostruzione concreta dell’emblema e dei suoi simboli.

Spunti editoriali

La Repubblica a piccoli passi

Viva la Costituzione. Educazione in scatola. Gioco

La Costituzione raccontata ai bambini. Nuova ediz. Con Poster